A Codici un docente d’eccezione per il corso antiusura

A Codici un docente d'eccezione per il corso antiusura

Un’occasione importante di confronto e di approfondimento.

Il corso

Si può riassumere così la seconda giornata del corso di formazione promosso dall’Associazione Codici per gli operatori degli Sportelli Antiusura. Ieri pomeriggio, presso la sede nazionale di via Belluzzo a Roma e in collegamento via Skype anche con le varie sedi territoriali, il Prefetto Mario Muccio ha tenuto un’interessante conferenza, illustrando l’attività svolta dall’ufficio guidato dal Commissario Straordinario del Governo per il Coordinamento delle Iniziative Antiracket e Antiusura Annapaola Porzio, di cui è Capo di Gabinetto.

L’attività del Commissario

Accolto dal Segratario Nazionale dell’Associazione Codici Ivano Giacomelli, che lo ha anche pungolato con domande e osservazioni sugli aspetti più critici dell’attività di contrasto dell’usura e soprattutto di sostegno delle vittime, il dottor Muccio ha toccato vari aspetti del lavoro condotto in questi anni, sottolineando la difficoltà nello sporgere denuncia da parte di chi finisce nelle mani degli strozzini, evidenziando il ruolo della piattaforma Sana ideata proprio per rimuovere gli ostacoli che a volte spuntano nel percorso che porta alla segnalazione di casi di usura, e mettendo in risalto l’importanza del Fondo di solidarietà. Il dottor Muccio ha inoltre annunciato l’intenzione di organizzare incontri e seminari con le associazioni antiusura per rafforzare la collaborazione ed anche per fornire nuove conoscenze, di fatto seguendo la strada tracciata dall’Associazione Codici, che con questo corso ha voluto proprio formare ulteriormente gli operatori degli Sportelli e rinsaldare i rapporti con le istituzioni.

L’impegno di Codici

“Siamo onorati ed anche orgogliosi – commenta il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – della partecipazione dell’organismo del Ministero dell’Interno che coordina le iniziative antiracket ed antiusura alla nostra iniziativa, tra l’altro attraverso un rappresentante di primissimo piano come il Prefetto Mario Muccio. Questi confronti, fatti di scambi di idee ed anche suggerimenti, sono per noi fondamentali, perché permettono di rendere ancora più forte il legame tra le istituzioni e le associazioni che, come la nostra, sono impegnate sul territorio nel prestare assistenza a chi è vittima di usura. Secondo noi è stato fatto tanto, ma si può fare ancora dell’altro per aiutare chi finisce nelle mani degli strozzini, fornendo nuovi strumenti, anche alle associazioni, e migliorando quelli attualmente in funzione, ad esempio rendendo più facile l’accesso al portale web. Per farlo – conclude il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – è importante confrontarsi e per questo siamo contenti che il Commissario per il Coordinamento delle Iniziative Antiracket e Antiusura abbia accettato il nostro invito al corso di ieri, che siamo pronti a replicare in futuro, ed accogliamo favorevolmente l’intenzione dell’ufficio guidato dal Commissario Straordinario del Governo per il Coordinamento delle Iniziative Antiracket e Antiusura di organizzare incontri e seminari con le associazioni antiusura”.

 

Potrebbero interessarti anche...